18 maggio 2019 – Chi mangia chi? Il difficile esercizio della sovranità alimentare

14.05.2019

  altri articoli

Fare la spesa, cucinare, mangiare, decidere cosa fare degli avanzi. Una serie di azioni indipendenti da scelte di potere che non riguardano noi cittadini? Ognuno di tali atti è condizionato da fattori a noi esterni, di cui spesso siamo inconsapevoli: strategie commerciali, mercati internazionali e politiche agricole. Se poi si considerano anche le fasi precedenti – coltivazione, allevamento, preparazione – lo spazio di scelta individuale si riduce ulteriormente. Eppure, che cosa e come mangiare così come che cosa e come coltivare, sono scelte che hanno ripercussioni determinanti sia sull’ambiente che ci sta immediatamente attorno che su territori e continenti lontani. Tuttavia si può anche decidere di essere lievi, come agricoltori e come cittadini.

Ne parleremo sabato 18 maggio alle ore 18:30 nell’ambito del festival Vicino/Lontano a Udine, nel Salone del Popolo di Palazzo d’Aronco, con:

Luca Colombo – agronomo, segretario generale della FIRAB

Andrea Giubilato – tecnico e orticoltore biologico nel Veneziano, docente della Scuola Esperienziale Itinerante di Agricoltura Biologica

Stefania Troiano – Professoressa associata di Economia agraria ed Estimo all’Università di Udine, dove insegna Environmental and Resource Economics

ISMEA: FINANZIAMENTI AI GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI

ISMEA: FINANZIAMENTI AI GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI

ISMEA promuove nuovi interventi fondiari dedicati ai giovani tramite la Misura Generazione terra. La misura è finalizzata a favorire lo sviluppo e il consolidamento di superfici condotte nell’ambito di una attività imprenditoriale agricola o l’avvio di una nuova...

E’ L’ORA DI FAVE E LENTICCHIE!

E’ L’ORA DI FAVE E LENTICCHIE!

Dalla puntata del 29 gennaio 2023 di Vita Nei Campi di Rai Radio 1 del Friuli Venezia Giulia, l'intervento di Cristina Micheloni. Clicca QUI per ascoltare l'intera puntata.   Ok, basta transitare, proviamo a seminare. Che cosa? Legumi, ovviamente, visto che...