Il biologico a “Vita nei campi”: spegniamo l’Amazzonia leggendo le etichette

13.10.2019

  altri articoli

Spegniamo l’Amazzonia leggendo le etichette
di Cristina Micheloni

Che la nostra casa sia in fiamme è innegabile e non mi riferisco solo all’Amazzonia, al Borneo, o alla Siberia.
Oltre che chiedere con forza un drastico cambiamento politico dobbiamo usare le leve che ci sono più accessibili e sono anche molto efficaci: scegliere facendo la spesa.

Da questa trasmissione Enos Costantini ed io abbiamo più volte riportato dati e informazioni su quanta parte dell’Amazzonia vada in fiamme per alimentare la zootecnia europea (polli, maiali, vacche e vitelli) e come ciò sia cagione di emissioni di gas serra in quantità di gran lunga superiore alle timide e fisiologiche emissioni delle vacche al pascolo. Ricordo solo un numero: ogni UBA (unità bestiame adulto, equivalente a 1 vacca o toro, a 0,6 vitelli, a 0,4 suini da macello e a 0,005 polli e 0,0106 ovaiole) animale allevato in Europa nei sistemi intensivi “pesa”, per l’alimentazione, su circa 1 ha di terreno europeo ed un altro ettaro in un altro continente, spesso quello americano.

Come si fa ad evitare tutto ciò? Andando oltre la fiducia cieca nel “km 0” e leggendo l’etichetta. I prodotti biologici per regolamento debbono contenere una percentuale di alimenti (foraggi, granelle, ecc.) di produzione aziendale o comprensoriale e i ruminanti (vacche) debbono mangiare principalmente foraggi. C’è poi, sempre più frequente, il marchio “latte fieno”, molto spesso abbinato al bio, che significa che quelle vacche da latte (ed i loro parenti) mangiano quasi esclusivamente fieno e foraggi.

Se oltre all’Amazzonia volete spegnere anche il Borneo leggete la lista degli ingredienti sulle merendine. Se volete abbassare la temperatura globale e farvi/ci del bene leggete sempre e comunque le etichette; nel caso dei prodotti bio la provenienze delle materie prime è obbligatoria… e comunque privilegiate i prodotti sfusi, così si riduce anche la plastica.

Piccoli orti in famiglia: con l’aiuto delle api

Piccoli orti in famiglia: con l’aiuto delle api

Con l’aiuto delle api Di Daniela Peresson - Articolo pubblicato su Il Piccolo Nell’orto è ormai arrivato il tempo, per i ritardatari che non lo avessero ancora fatto, di portare a conclusione la messa a dimora delle orticole estive: zucchine, cetrioli, angurie, meloni...

Lo scaricabarile tossico di Syngenta

Lo scaricabarile tossico di Syngenta

Lo scaricabarile tossico di Syngenta Di Luca Colombo, Firab Articolo pubblicato su numero XIX/2022 de L’Extraterrestre (Settimanale Ecologista del Manifesto) Era il 2007 quando la Fao organizzò una conferenza internazionale sull’agricoltura biologica nel contesto...

Sovesci: è ora di terminarli

Sovesci: è ora di terminarli

Dalla puntata dell’8 maggio 2022 di Vita nei Campi, di Rai Radio 1 del Friuli Venezia Giulia, l'intervento di Cristina Micheloni. Qui puoi sentire l'intera puntata del programma. Dopo quel che qualunque friulano chiamerebbe “tanto tontonare” da queste lunghezze d’onda...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi