Il biologico a “Vita nei campi”: imPANtanati nei pesticidi!

27.10.2019

  altri articoli

ImPANtanati nei pesticidi!
di Cristina Micheloni

Nelle settimane scorse si è chiusa la consultazione pubblica sul Piano d’Azione Nazionale (PAN) sull’uso sostenibile (!!!) dei fitofarmaci.
Un’altra occasione persa per dare un futuro pulito all’agricoltura italiana. Il regolamento europeo da cui tutta la normativa ha origine ha permesso a diversi stati (Francia, Germania, Danimarca) di fare delle scelte nette e indirizzare la propria agricoltura non solo verso il biologico ma, più in generale, verso forme che privilegino la prevenzione e l’approccio agro-ecologico. Nel nostro caso invece ne è uscito un documento sconclusionato che non ha un filo logico ma, in buona sostanza, cerca di non “disturbare” nessuno (o qualcuno?), nessuna scelta vera e tanti anni di discussione per partorire un topolino e per giunta malsano.
Che cosa si sarebbe potuto scrivere nel PAN? Per esempio questo:
• dare effettiva priorità all’agricoltura biologica e individuare obiettivi quantitativi più ambiziosi in termini di percentuali di riduzione di tutti i prodotti fitosanitari;
• fissare distanze minime di sicurezza dalle abitazioni e dalle coltivazioni biologiche non inferiori ai 15 metri per difenderle dal rischio di una possibile contaminazione accidentale;
• vietare l’utilizzo di fitofarmaci pericolosi nelle aree protette;
• vietare l’uso dei fitofarmaci in città adottando tecniche biologiche per la manutenzione delle aree non agricole, rete viaria e ferroviaria, con particolare attenzione al verde pubblico e privato e manutenzione degli spazi utilizzati dalla popolazione residente nelle città;
• vietare l’uso di concimi e fitofarmaci di sintesi nelle aree di rispetto dei punti di captazione di acque da destinare al consumo umano;
• rafforzare i sistemi di monitoraggio e controllo sulla presenza di fitofarmaci nelle acque superficiali e sotterranee, nel suolo e nel cibo e rafforzare il sistema di sanzioni.

Ebbene nulla di tutto ciò, continuiamo giustificando lo status quo e non prendendo decisioni ne responsabilità! Se questo è prodromo al New Green Deal, c’è poco da sperare.

https://www.aiab.fvg.it/…/comunicato-stampa-pan-pesticidi-…/

Piccoli orti in famiglia: con l’aiuto delle api

Piccoli orti in famiglia: con l’aiuto delle api

Con l’aiuto delle api Di Daniela Peresson - Articolo pubblicato su Il Piccolo Nell’orto è ormai arrivato il tempo, per i ritardatari che non lo avessero ancora fatto, di portare a conclusione la messa a dimora delle orticole estive: zucchine, cetrioli, angurie, meloni...

Lo scaricabarile tossico di Syngenta

Lo scaricabarile tossico di Syngenta

Lo scaricabarile tossico di Syngenta Di Luca Colombo, Firab Articolo pubblicato su numero XIX/2022 de L’Extraterrestre (Settimanale Ecologista del Manifesto) Era il 2007 quando la Fao organizzò una conferenza internazionale sull’agricoltura biologica nel contesto...

Sovesci: è ora di terminarli

Sovesci: è ora di terminarli

Dalla puntata dell’8 maggio 2022 di Vita nei Campi, di Rai Radio 1 del Friuli Venezia Giulia, l'intervento di Cristina Micheloni. Qui puoi sentire l'intera puntata del programma. Dopo quel che qualunque friulano chiamerebbe “tanto tontonare” da queste lunghezze d’onda...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi