Ultimo giorno di scuola nell’orto alla Caprin di Trieste 🌱

14.06.2021

  altri articoli

Un fine anno in grande per alcune classi della scuola secondaria di I° Giuseppe Caprin di Trieste.

Le attività con AIAB FVG (Associazione Italiana Agricoltura Biologica del Friuli Venezia Giulia) iniziate nell’autunno scorso, sono proseguite nonostante questa piovosa primavera non abbia certo favorito i lavori all’aria aperta! Dopo la conoscenza del suolo in tutti i suoi aspetti, era il caso di iniziare a “metterci le mani”, e quale strumento migliore di un bell’orto biologico a scuola per scoprire cose nuove e parlare di agricoltura, ecologia e sana alimentazione? Ma l’orto può insegnarci anche la matematica e la geometria, la biologia e la chimica e perché no, anche un po’ di storia! Ci insegna anche ad avere pazienza e a collaborare, è stato bello vedere ragazzi attenti e consapevoli della necessità di prendersi cura della Terra, e quale ricompensa migliore di un raccolto abbondante e tanta soddisfazione?

E proprio così è stato. Nei vari incontri i ragazzi hanno avuto occasione di utilizzare attrezzi manuali come la grelinette (una forca speciale), il rastrello e la zappa, di toccare con mano terra e compost, di effettuare semine e trapianti e di seguire la crescita delle piante con annaffiature e sarchiature, e finalmente è poi arrivato il momento tanto atteso: la “degustazione” degli ortaggi.

Lattuga, erbette rosse, zucchine, spinaci, cicoria e basilico, anche chi di solito rifiuta la verdura ha assaporato il risultato di tanto lavoro!

Il test dello straccetto

Ma l’attività più divertente è stata, di sicuro, la valutazione della “vita” del suolo. In uno dei primi incontri a primavera, è stato messo sottoterra nell’orto un panno di cotone; in un terreno vivo, ricco di batteri, funghi ed insetti si ha una sua veloce decomposizione mentre in un terreno povero e privo di vita rimane integro per molto tempo. A fine giornata lo straccetto è stato tolto dal terreno e, con sorpresa generale, si è potuta ammirare la sua quasi completa decomposizione, segno evidente di un terreno fertile e vivo!

E per concludere…Soddisfazione e sorrisi sul viso di tutti, arrivederci al prossimo anno, per un orto ancora più ricco e tante cose ancora da scoprire!

Piccoli orti in famiglia: con l’aiuto delle api

Piccoli orti in famiglia: con l’aiuto delle api

Con l’aiuto delle api Di Daniela Peresson - Articolo pubblicato su Il Piccolo Nell’orto è ormai arrivato il tempo, per i ritardatari che non lo avessero ancora fatto, di portare a conclusione la messa a dimora delle orticole estive: zucchine, cetrioli, angurie, meloni...

Lo scaricabarile tossico di Syngenta

Lo scaricabarile tossico di Syngenta

Lo scaricabarile tossico di Syngenta Di Luca Colombo, Firab Articolo pubblicato su numero XIX/2022 de L’Extraterrestre (Settimanale Ecologista del Manifesto) Era il 2007 quando la Fao organizzò una conferenza internazionale sull’agricoltura biologica nel contesto...

Sovesci: è ora di terminarli

Sovesci: è ora di terminarli

Dalla puntata dell’8 maggio 2022 di Vita nei Campi, di Rai Radio 1 del Friuli Venezia Giulia, l'intervento di Cristina Micheloni. Qui puoi sentire l'intera puntata del programma. Dopo quel che qualunque friulano chiamerebbe “tanto tontonare” da queste lunghezze d’onda...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi